Focus on

Mark Benini

È la volta di Mark Benini aka Herr Benini.

Parlaci un po’ di te.
Son sbocciato nel bel mezzo delle Alpi Altoatesine nel 81, le quali mi hanno visto crescere. Da tanti anni oramai vivo nella da me tanto amata Berlino. A parte la fotografia analogica son innamorato dei colori, della musica, dei viaggi, dell‘India, degli amici e della famiglia, ma sopratutto della vita.

Perché hai scelto la fotografia analogica?
Questa citazione circola spesso per la mia testa: “if you use film you can‘t see it, so you need to feel it”. Poi l‘analogico ha un fascino tutto suo.. colori e sfocature.. e poi c‘è sempre il fattore sorpresa.. spesso entra un po’ di luce qui e lì… i raggi del sole che bruciano la pellicola.. ,)

Cosa ti piace fotografare?
Le mie fotografie sono come un diario per me. Cerco di catturare emozioni. Le mie, e quelle delle persone che amo. A partire da mia figlia e tutte le altre splendide creature che mi circondano. Sopratutto ritratti quindi, ma trovo gusto anche nella natura morta, paesaggi o vecchie auto.

Quali sono le tue macchine fotografiche?
Sempre con me, la KIEV88. Senza non esco di casa. Nel bagaglio dei viaggi anche qualche lomo 35mm.

La fotografia che ti piacerebbe fare.
Quando appare il desiderio di una fotografia.. spesso poi arriva il momento giusto per farla.. è un continuo fluire.

Hai un fotografo preferito?
Svariati fotografi a livello amatoriale. Non saprei citare un nome.

Una bella foto deve…
Attirare l‘occhio per almeno più di una volta.

Sito web: flickr/markbenini
Email: beninimark@yahoo.it
 

Alessandro Pancosta

Ho superato già da qualche anno i 30 anni, sono un freelance graphic designer. Dopo 9 anni passati a Torino sono tornato a vivere in Puglia, in provincia di Brindisi, nel mio amato Salento. Mi sono avvicinato alla fotografia circa 6 anni fa, ma da 3 anni scatto prevalentemente in analogico.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.