Fotografando

Supergatto.

Da quando mi è stata prestata una Canon AE1 i rullini da sviluppare si sono moltiplicati molto velocemente.
Prima di lei non avevo una reflex tra le mani, ma una popolazione eterogenea di macchinine molto basilari.

Ho cominciato subito a giocare e sperimentare con il fuoco, la velocità.
Qui di seguito alcuni scatti a uno dei soggetti più frequenti, la mia gatta Muffin.


Possiedo un libro del battello a vapore intitolato “Supergatto”; questo è Supergatto nella vita reale.


Qui la gatta in versione modella.


Qui la gatta su letto disfatto che dice “Cazzo Guardi!”


Qui la mia mano che funge da cuscino per la gatta assonnata.


Qui la gatta tenta di rubarci il pranzo.

Nessun animale è stato maltrattato per la realizzazione di queste foto, solo alcuni stupidi umani.
 

Alessandro Lannocca

Nasce a Saluzzo ma ora vive un po' a Polonghera ma spesso è a Torino. Incontra la fotografia analogica in uno splendido corso durante l’inverno del 2008 passato a Madrid (in Erasmus) col prof. Guillermo, in cui ha l’occasione di sperimentare pellicole, liquidi ed ingranditori. Da allora scatta, stampa, scrive.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Comments (6)

  1. la prima foto è una vera figata, è un salto semplice di muffin
    oppure qualcuno lo ha lanciato ahahahah ? solo curiosità!

    1. Hai scoperto il trucco, è stata lanciata :)
      Io ero sotto appostato per scattare e il mio ex-coinquilino la lanciava sul letto, lei si divertiva molto.