Focus on

Alessandro Venerandi

È la volta di Alessandro Venerandi.

Parlaci un po’ di te.
Mi piace viaggiare ed abitare in posti diversi. Al momento vivo a Londra, città bella e stimolante, ma non escludo una mia prossima migrazione verso qualche città dove non sono mai stato o il ritorno ad una città che mi sta particolarmente a cuore: Lisbona. Solitamente fotografo quando sono in viaggio.

Perché hai scelto la fotografia analogica?
Ho scelto la fotografia analogica perché dà risultati che la fotografia digitale non può dare. In particolare, mi piace la grana delle foto in bianco e nero, le tonalità della pellicola Kodak, l’inevitabile ma piacevole attesa dello sviluppo e stampa, eventuali ed incontrollabili imperfezioni (luce che entra nella macchina, aloni luminosi, polvere o capelli tra pellicola e lenti…).

Cosa ti piace fotografare?
Mi piace fotografare paesaggi urbani e naturali, talvolta persone. Mi piacciono le ambientazioni strane, enigmatiche, metafisiche.

Quali sono le tue macchine fotografiche?
Una Olympus XA1 comprata per 15£ in un mercatino a Winchester (una cittadina vicino a Londra) ed una Olympus OM1n data in gentile concessione da mio zio. Tra le due, la mia preferita in assoluto è la XA1 per tre ragioni. È piccola e quindi perfetta da portare in viaggio. Il meccanismo di scatto è quasi impercettibile e quindi è molto discreta da usare per cogliere persone o situazioni particolari in ambiente pubblico. L’ottica Zuiko che monta benché di dimensioni ridotte dà risultati ottimi: foto nitide e ricche di dettagli.

La fotografia che ti piacerebbe fare.
Non ho una fotografia specifica che vorrei fare… Spero solo di fare belle foto la prossima volta che caricherò un rullino sulla macchina.

Hai un fotografo preferito?
Più di uno. Luigi Ghirri, Giovanni Chiaramonte, Gabriele Basilico, Henri Cartier-Bresson, Robert Capa. Ma anche Giorgio De Chirico e Edward Hopper. Ok, questi ultimi due non sono fotografi ma molte delle loro opere sembrano fotografie. In generale, apprezzo sia quei fotografi che fanno scatti ben composti e geometrici sia quelli che scattano foto d’azione.

Una bella foto deve…
Una bella foto deve essere abbastanza interessante da far soffermare lo sguardo dell’osservatore per un tempo prolungato. Una bella foto deve scatenare emozioni e deve rimandare a concetti e idee.

Sito web: goinghereandthere.tumblr.com | londoneast1.tumblr.com | horizonandcoffee.tumblr.com | cargocollective.com/alessandrovenerandi | flickr/alessandrovenerandi
Email: avenerandi@gmail.com
 

Alessandro Pancosta

Ho superato già da qualche anno i 30 anni, sono un freelance graphic designer. Dopo 9 anni passati a Torino sono tornato a vivere in Puglia, in provincia di Brindisi, nel mio amato Salento. Mi sono avvicinato alla fotografia circa 6 anni fa, ma da 3 anni scatto prevalentemente in analogico.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.