Focus on

maia

Vi presentiamo Mariarosaria Zinzi aka maia.

Parlaci un po’ di te.
Sono Mariarosaria, da sempre maia, tutto tondo, tutto minuscolo. Sono nata a Catanzaro ventotto anni fa, da dieci vivo a Firenze e se potessi sarei sempre in viaggio.

Laureata in lettere classiche e dottoranda in linguistica, i miei studi non hanno niente a che fare con la fotografia –sarà che mi piace coltivare interessi diversi e vivere di curiosità-. Scatto foto da sempre, in maniera più o meno consapevole: l’ho sempre vissuto come incorniciare frammenti di vita.

Perché hai scelto la fotografia analogica?
È iniziato tutto con la Canon di mio nonno, che era nascosta e inutilizzata da anni. Poi c’è stata l’attesa dello sviluppo, e tutto il carico di emozione che porta con sé. I primi rullini hanno tirato fuori dei colori da amore a prima vista, e da allora il digitale ha perso la sfida.

Cosa ti piace fotografare?
Non ho un soggetto preferito: mi piacciono i racconti, dovunque si trovino. Nelle piccole cose, nelle mani, nelle rughe, nei paesaggi che sanno di brezza del mare, nella luce che disegna le cose.

Quali sono le tue macchine fotografiche?
Ho una Canon AT-1, quella del nonno, la mia preferita, e una Canon AV-1. Di recente ho comprato una coppia di Zenit, una ET e una 11, e ho ricevuto in regalo una Polaroid Supercolor 635. Per finire una Diana Mini e una Holga CFN 120. Di tanto in tanto utilizzo le usa e getta.

La fotografia che ti piacerebbe fare.
Non ci ho mai pensato. Mi piacerebbe saper fotografare le persone, i loro sguardi nel momento in cui si illuminano, forse.

Hai un fotografo preferito?
Direi piuttosto tanti fotografi preferiti, anche se suona strano. Mi piacciono molto il modo di vedere di Lafidese le_vide, i colori di Benedetta Falugi, i volti di Alex Veledzimovich. Trovo incantevole l’ultimo lavoro di Shizuka Yokomizo, e di grande effetto “Back to the future” di Irina Werning.
Ma la lista sarebbe molto più lunga: mi innamoro facilmente delle cose belle.

Una bella foto deve…
Raccontare. Qualsiasi cosa comporti.

Sito web: flickr/_maia_/
Email: mariarosaria.zinzi@gmail.com
 

Alessandro Pancosta

Ho superato già da qualche anno i 30 anni, sono un freelance graphic designer. Dopo 9 anni passati a Torino sono tornato a vivere in Puglia, in provincia di Brindisi, nel mio amato Salento. Mi sono avvicinato alla fotografia circa 6 anni fa, ma da 3 anni scatto prevalentemente in analogico.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.