Fotografando

Lucille Ninivaggi. Piccolo diario di una fotografa improvvisata

Queste sono Amsterdam, Parigi e Lisbona viste con gli occhi di Lucille Ninivaggi, la tattoo artist di Roots Hair & Tattoo, un salotto in corso San Gottardo 3 a Milano in cui si respira aria di casa, arredata in stile rétro con pareti variopinte dove si trovano oggetti di famiglia e di design, ex voto, libri, capsule collection, fotografie. Non solo quindi la speciale unicità dei suoi “tatuaggi gentili”, ma anche hair care e molto altro.

~~~~~~~

Ho viaggiato tanto nella mia vita, per lavoro e per passione. Poi tre anni fa il buio. Gli attacchi di panico e la paura di volare e viaggiare. Tutto in concomitanza ad un forte cambio di vita, di lavoro e di abitudini.
Oggi faccio la tatuatrice, sono felice e ho deciso di affrontare questa mia paura quando ho iniziato a ricevere vari inviti per delle guest estere.
Mi sono fermata a chiedermi, se davvero valesse la pena di far vincere la paura e di non godere ancora, della bellezza del mondo.
Ho scelto come compagna di viaggio una Minolta, con la quale ho iniziato a scattare da settembre scorso per passione.
Mi sono ricordata solo allora, di come era bella e magica quell’attesa dello sviluppo delle pellicole.

Il mio primo volo, direzione Amsterdam.

 

FEBBRAIO 2018, AMSTERDAM

È stata il viaggio più lungo, l’ho sentita e vissuta per una settimana.
Ho sempre amato Amsterdam, la ricordavo esattamente così, un’atmosfera rilassata con quel via e vai di biciclette tutte in fila ben educate.
L’innumerevoli negozietti nei quali entri per scampare da quel freddo pungente, il tea caldo e le sigarette “speciali”. Ho immortalato scenari dettati dalle emozioni della pancia.
La piccola gita fuori porta a Zaanse Schans, il villaggio dei mulini a vento, dove sembrava che il tempo si fosse fermato.
Piccoli negozi vintage e commerciali, mischiati tra il verde, l’acqua e i giganti mulini.
Quando ho visto le pellicole sviluppate è stato come essere trasportata di nuovo lì, in quell’istante, con quella luce.

 

MARZO 2018, PARIGI

Il viaggio intermedio, durata cinque giorni.
Con Parigi ho avuto meno coraggio, ho preso il treno TGV.
Parigi elegante, Parigi clochards, Parigi ahimè sporca, Parigi sotto la pioggia.
Ho amato portarmi via di questo viaggio il disagio di una splendida e intramontabile città come lei, romantica ma allo stesso tempo triste.

 

APRILE 2018, LISBONA

Il viaggio più corto, tre giorni. Di cui due di lavoro e uno in giro di corsa per respirare l’atmosfera di questa fiabesca e decadente città.
Il mercatino delle pulci, chiamato Feira da Ladra a Campo de Santa Clara, dove si trovano innumerevoli stand tra abiti e antiquariato ha rapito il mio cuore.
Il tutto immerso in un’atmosfera assolutamente vintage che non si poteva non fotografare.

~~~~~~~

Potete seguire Lucille e guardare i suoi lavori su instagram.
 

Alessandro Pancosta

Ho superato già da qualche anno i 30 anni, sono un freelance graphic designer. Dopo 9 anni passati a Torino sono tornato a vivere in Puglia, in provincia di Brindisi, nel mio amato Salento. Mi sono avvicinato alla fotografia circa 6 anni fa, ma da 3 anni scatto prevalentemente in analogico.

Leave a Comment

Please copy the string wDLhgZ to the field below:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.