Gabriele Cappello

It’s Gabriele Cappello‘s turn.Questa è la volta di Gabriele Cappello.

Tell us something about yourself.
My name is Gabriele, I’m 27 years old, from Sicily but currently I live in Tuscany. I’m getting my bachelor degree in Computer Engineering. I got into photography one year and a half ago.

Why did you choose analog photography?
Let’s say that in the beginning I couldn’t afford a good digital camera, so I found an old Canon AE-1 on eBay. It was love at first sight! Thereafter, instead of saving money for a DSLR I savagely started buying and consuming expired films and Polaroids. Sometimes I borrow a digital camera from a friend but film photography gives me different feelings. Analogue photos seem wrapped in a magical atmosphere, they inspire me in a different way, they are warmer, more truthful, livelier. Maybe it’s for the limited, expensive shots, that encourages to pay more attention to every single shot. And then listening the click of a 40 years old shutter… the waiting for development… and do everything more or less by eye, without a light meter (in my beloved AE-1 the light meter is not working anymore and that is when things begin to get more complicated!), taking note of every aperture, shutter time, light conditions… I find the entire ritual amazing.

What do you like to photograph?
At the moment I’m still looking for my personal style. I love shooting people, capturing the light reflected on their faces and their expressions. I also like minimalist photography but at the same time taking pictures of messy rooms of college students. I am attracted in the object of everyday, apparently anonymous, meaningless, but essential in the chaos of our daily lives. Now I’m going to start with portraits, and maybe someday I will go into glamour/beauty photography.

Which cameras do you have?
Let’s start from my beloved Canon AE-1, that I take with me almost everywhere, then let’s add a pair of Lomo cameras, then a 60s Polaroid folding camera, an old SX-70 and many more… More than being a collector, I like retracing the technological milestones of analogue photography: from reflex cameras to waist-level ones, rangefinders, Lomos, 35mm, medium format cameras; from peel-apart film cameras to the new Impossible and Instax cameras. I like to experiment also with negative, slide and tungsten films, image transfer, red scale, emulsion lift, cross processing. My friends ask me all the time “how many cameras do you have?!” Honestly I don’t know, ’cause I’ve never counted ‘em yet!

What kind of photographs you like to take?
As I was saying before, I would start glamour photography, working as freelancer for an agency/magazine. Create shootings like: at the seaside, with a beautiful sunset on a desert beach, with a couple of professional models and carrying an Hasselblad camera. There is still a long way to go!

Do you have a favorite photographer?
Too many, they all are with different styles. I like Parker Fitzgerald, Théo Gosselin, Jan Scholz, Lou Noble, Derek Wood, feaverish, l’un des nombreux. Then, about a thousand more that I follow, for example: buradori, the “Four Lines” project guys, Valentina Vallone, Jarrod Renaud, Neil Krug… better to stop here!

A beautiful photo should…
It’s a beautiful photo when you never get bored of looking at it. It gets you stuck on the screen for hours and hours without being able to turn away from it and without understanding what strikes you on that photo.

Website: flickr/loscuropasseggero
Email: gabriele.cappello@gmail.com
 

Parlaci un po’ di te.
Mi chiamo Gabriele, ho 27 anni, sono siciliano ma vivo in Toscana da un po’ e sto per laurearmi in ingegneria informatica. Mi sono avvicinato alla fotografia analogica circa un anno e mezzo fa.

Perché hai scelto la fotografia analogica?
Diciamo che al tempo non potevo permettermi una reflex digitale, così rimediai su eBay una vecchia Canon AE-1. Fu amore a prima vista! Da lì in poi, invece di risparmiare per una DSLR, iniziai a comprare e a consumare forsennatamente rullini scaduti ed istantanee. A volte m’è capitato di scattare con digitali di amici ma quello che riesce a darmi l’analogico difficilmente riesco a trovarlo nel digitale. Le foto analogiche invece sembrano avvolte da una strana magia, mi danno la sensazione di essere più “vissute”, più reali, più calde. Saranno gli scatti limitati, costosi, che magari mi costringono a porre più attenzione ad ogni scatto. E poi sentire il click di un otturatore vecchio di 40 anni… l’attesa dello sviluppo… e facendo tutto ad occhio, senza esposimetro (la mia adorata AE-1 ce l’ha fuori uso, e le cose si complicano parecchio di più!), appuntarsi ogni apertura, tempo di scatto, condizione luminosa… insomma, trovo affascinante l’intero rituale.

Cosa ti piace fotografare?
In questo momento credo di essere alla ricerca del mio stile personale. Adoro fotografare la gente, immortalare la luce riflessa sui loro volti, le loro espressioni. Mi piace anche la fotografia minimalista e allo stesso tempo fotografare le camere incasinate di studenti universitari. Mi sento attratto dagli oggetti di tutti i giorni, apparentemente insignificanti, ma essenziali nel caos della nostra quotidianità. Ora ho intenzione di iniziare con i ritratti, e magari un domani addentrarmi nei meandri della fotografia glamour/beauty.

Quali sono le tue macchine fotografiche?
Partiamo dalla mia amatissima Canon AE-1, che porto praticamente ovunque, a cui aggiungiamo un paio di Lomo (di cui ancora non ho interamente sfruttato le potenzialità), poi una Polaroid a soffietto del ’65, una vecchia SX-70 e parecchie altre… Più che essere un collezionista diciamo che mi piace ripercorrere le varie tappe tecnologiche della fotografia analogica: dalle reflex a quelle a pozzetto, a telemetro, lomo, 35mm, 120; dalle polaroid da “splellare” alle ultimissime Impossible e Instax. Mi piace anche sperimentare coi negativi, le slide, pellicole al tungsteno, image transfer, red scale, emulsion lift, Xpro. I miei amici mi chiedono sempre “ma quante ne hai?!”. Sinceramente non saprei, perché non le ho mai effettivamente contate!

La fotografia che ti piacerebbe fare.
Come dicevo prima, vorrei avvicinarmi alla fotografia glamour, lavorando magari come fotografo freelance per agenzie/riviste. Realizzare uno shooting fotografico del tipo: in riva al mare, bel tramonto in una spiaggetta deserta, un paio di modelle professioniste e magari con una bella hasselblad al collo. La strada è lunga!

Hai un fotografo preferito?
Troppi, e tutti con stili differenti. Mi piacciono Parker Fitzgerald, Théo Gosselin, Jan Scholz, Lou Noble, Derek Wood, feaverish, l’un des nombreux. Poi, ce ne sarebbero circa un altro migliaio che seguo, ad esempio: buradori, i ragazzi del progetto “Four Lines”, Valentina Vallone, Jarrod Renaud, Neil Krug… ma meglio fermarsi qua!

Una bella foto deve…
E’ una bella foto quando non ti stanchi di guardarla e riguardarla. Deve tenerti incollato al “monitor” per ore e ore senza riuscire a distogliere lo sguardo e senza capire cosa esattamente ti colpisca di quella foto.

Sito web: flickr/loscuropasseggero
Email: gabriele.cappello@gmail.com
 

Alessandro Pancosta

Alessandro Pancosta

Ho superato già da qualche anno i 30 anni, sono un freelance graphic designer. Dopo 9 anni passati a Torino sono tornato a vivere in Puglia, in provincia di Brindisi, nel mio amato Salento. Mi sono avvicinato alla fotografia circa 6 anni fa, ma da 3 anni scatto prevalentemente in analogico.

8 Comments

  • Rispondi febbraio 2, 2012

    valentina

    Bellisime. Complimenti al fotografo!

  • Rispondi febbraio 2, 2012

    enrica

    wowwwwwwwwwwwwwwwwwwwww!

  • Rispondi febbraio 2, 2012

    holgamydear

    Complimenti Gabriele, foto stupende!

  • Rispondi febbraio 5, 2012

    Gabriele

    grazie!! :D

  • Rispondi febbraio 9, 2012

    Mela

    Molto molto bravo..originale e profondo!!!
    I miei complimenti!

  • Rispondi marzo 23, 2012

    Riccardo

    Foto molto belle, ma se vorrai proseguire come fotografo di moda, dimenticati le vignettature analogiche XD
    In bocca al lupo ^^

  • Rispondi gennaio 6, 2014

    Sarda

    bravo gabriele!!! : )))

  • Rispondi giugno 27, 2014

    Emiliano Freshmeat

    Daye Gabri :D

Leave a Reply